Cerca

Le bustarelle anche piccole

portano al licenziamento

Le bustarelle anche piccole
Si può ancora essere licenziati per le bustarelle, anche da dipendente pubblico. La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso di un istruttore di vigilanza, licenziato in tronco dal Comune di Roma per avere indotto un imprenditore a versargli venticinque euro e a promettergliene altri duecento per evitare una contravvenzione (Cass. 6 marzo 2009 n. 5581). Secondo la Cassazione, infatti, una condanna penale nel settore pubblico comporta il venir meno del rapporto di fiducia tra il dipendente e l'Amministrazione Pubblica, legittimando quest'ultima a recedere dal rapporto di lavoro. Abuso della funzione pubblica e questione di fede, dunque. E cosi sia.

A cura di Gabriele Fava, Studio Fava & Associati

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cavallotrotto

    24 Giugno 2009 - 11:11

    per 25 euro !!! ci rendiamo conto che 25 o 1000 non cambia. conosco un fattaccio , a furia di 25 euro ha rubato al suo comune 60 mila euro . direte perchè? la moglie voleva la borsa firmata , l'abito da 500 euro , viaggi favolosi.Perchè la signora non è andata a lavorare ? o meglio , ma non posso dirlo!Lui licenziato ? no , ma il giudice la sta tirando lunga , forse riuscirà a fare andare tutto in prescrizione ? se ci riescono con i mafiosi , pensate non riescano con uno come lui ?

    Report

    Rispondi

blog