Cerca

Auto di lusso, ville, elicotteri e mega yacth L'esercito invisibile dei Paperoni

In Italia molti dei 600mila supericchi dichiarno i redditi di un cocopro ma viaggiano in Ferrari e hanno un portafoglio azionario milionario

Auto di lusso, ville, elicotteri e mega yacth L'esercito invisibile dei Paperoni

A leggere i dati sulla distribuzione del reddito in Italia ,viene fuori la fotografia di un Paese poverissimo: in realtà sulle nostre strade circolano 600mila superrcar, 100mila yacth e 500 elicotteri di cittadini. ll 10 per cento della popolazione possiede il 44% della ricchezza nazionale, ma molti dichiarano pochissimo. Insomma chi ostenta il lusso solitamente nasconde i redditi. Come scrive Repubblica, la ricchezza in Italia è un mostro a due teste: da una parte ci sonoi  30mila contribuenti onesti che dichirano redditi sopra i 300mila euro lordio annui, dall'altra i furbetti del Fisco  Molti dei  600 mila italiani che hanno portafogli finanziari sopra i 500 mila euro, per un totale di oltre 800 miliardi di investimenti, fanno vacanze tutto l'anno su super yacth, sgommano a bordo di costosissimi bolidi, viaggiano in elicottero. E dichiarano 20 mila euro lordi l'anno, il doppio della paga di un co. co. pro. 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    26 Marzo 2014 - 18:06

    E allora non prendetevela con l'euro... Ma la pagina economica di Libero é sempre carente. Manca in particolare il risvolto sociale e l'economia é una scienza sociale. Non tenerne conto porta a visiiomi distorte come quelle sull'euro.

    Report

    Rispondi

  • sulin

    01 Aprile 2012 - 12:12

    Se auto di lusso, barche e aerei o elicotteri sono di proprietà di "ditte" vuol dire che qualcuno ha permesso questo per legge. Chi fà le leggi in italia? Perchè una ditta dovrebbe avere un Ferrari o una barchetta da 35 o 60 metri? per spostare le loro merci? I ministri tecnici sono tutti burocrati ex o attuali dirigenti dei ministeri, dove erano? forse alla bouvette a bere un caffettino? pagato da noi si intende...

    Report

    Rispondi

  • lepanto1571

    01 Aprile 2012 - 09:09

    Ci ricordiamo del sig. Agnelli? Aveva un modesto reddito, ma sappiamo come viveva. Esportando migliaia di miliardi all'estero. Credevo che fosse reato!

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    31 Marzo 2012 - 12:12

    parto dal principio che la ricchezza onesta non è reato ma anzi va elogiata cercare di capirla se possibile e capaci di imitarla. la ricchezza disonesta che penalizza anzi danneggia quella onesta peggio ancora danneggia lo stato va combattutta trovata estinta sterminata con ogni mezzo e luogo. da un benestante onesto( che si è fatto da solo) e lotta per continuare ad esserlo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog