Cerca

Capri e Roma: blitz del Fisco Sarà una Pasqua bollente

L'Agenzia delle entrate colpisce ancora. Controlli a tappeto nell'isola, assaggio dei blitz previsti nel ponte pasquale

4
Capri e Roma: blitz del Fisco Sarà una Pasqua bollente

L'isola azzurra nel mirino dell'Agenzia delle entrate. L'ennesimo blitz anti evasione ha colpito bar, alberghi e boutique di Capri. L'isola campana è stata visitata oggi dagli ispettori a caccia di evasori. Divisi in gruppetti, decine di funzionari con valigette e computer portatili, hanno passato al setaccio numerosi esercizi pubblici e commerciali. I controlli dunque non risparmiano la celebre località turistica dell’arcipelago campano proprio alla vigilia del ponte pasquale che si prospetta ricco di turisti in arrivo.

Controlli anche a Roma - Nelle stesse ore, circa 80 agenti della polizia municipale hanno effettuato un blitz al Colosseo, procedendo all'identificazione di una trentina di gladiatorì e venditori ambulanti. Insomma la promessa di Attilio Befera è reale. Qualche giorno fa aveva dichiarato che i controlli sarebbero continuati in maniera ordinaria, per proseguire il trend positivo della lotta all'evasione che nel 2011 ha fruttato allo Stato 12,7 miliardi di euro. E dopo i controlli a Cortina e Milano dei mesi scorsi, l'Agenzia delle Entrate sta programmando altri blitz anche nell'imminente ponte di Pasqua.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dbell56

    05 Aprile 2012 - 15:03

    L'Italia è tutta bella, dalle Alpi all'estrema punta della Sicilia. Per risolvere il problema di Befera & Co. e delle loro scorribande "controllesche", basta non andare in questi posti per pseudo vip ed il gioco è fatto. Andate a Paestum invece che a Capri e vedrete comunque una località italiana bellissima ed interessantissima, come sito archeologico. Andate a Sabaudia a vedere e godere delle sue bellissime dune poste sulla sua spiaggia, o a San Felice Circeo e il suo promontorio sul mare, a San Vito Chietino a rimirare lo stupendo panorama sul mare che tante poesie ha ispirato al D'Annunzio. E poi le Marche con le sue splendide colline ed il suo mare bellissimo, compreso il promontorio del Conero nei pressi di Ancona che semba di stare in Cornovaglia, a guardare le bianche scogliere di Dover! I paesi marinari del Gargano e la sua magnifica Foresta Umbra, la Sicilia. Così facendo, ci si divertirebbe assai senza avere tra le scatole Befera & Co.

    Report

    Rispondi

  • Noidi

    05 Aprile 2012 - 12:12

    penso che un paese, che per quanto riguarda legalità si avvicini un pò di più ai paesi "normali", avrebbe chances migliori a far venire i turisti. Al momento l'Italia è si amata, ma molti turisti sono diffidenti per il fatto che l'illegalità è molto diffusa (all'estero siamo ancora pizza, mafia e mandolino). E smettetela di giustificare ladri, evasori, puttanieri, corruttori etc., cosi facendo siete peggio di loro.

    Report

    Rispondi

  • lobadini

    05 Aprile 2012 - 11:11

    sono dei fenomeni.....cosi' affosseranno anche il turismo! Bravi bravi e bravi ancora!! Vedrete il turismo come crescera' nel 2012!!! Uno dei pochi settori in salute lo uccideranno e i turisti andranno fuori dal bel paese! Vai Monti che sei un genio!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media