Cerca

Tasse e bollette più care Quanto pagheremo in più

Dall'Imu all'aumento delle accise su benzina e gasolio: una famiglia media spenderà fino a 1500 euro in più rispetto al 2011

Tasse e bollette più care Quanto pagheremo in più

L'aumento delle tasse e il ritocco delle tariffe di luce e gas, costeranno alle famiglie italiane circa 1500 euro in più rispetto allì'anno scorso. Tutta la tredicesima sarà in pratica risucchiata dai rincari di imposte e bollette oltre che dagli aumneti della benziana. Ecco tradotto in cifre il contributo che il governo Monti ha chiesto agli itliani alla fin dell'anno scorsi. Le tasse aggiuntive rischiano di determinare aumenti medi del 20% sul 2011 con punte che arrivano fino al 40%. L'analisi è del Sole 24 che oggi stimato come una famiglia media milanese con due figli può arrivare a spendere fino a mille euro in più a fronte dei 1400 per Napoli e Roma. L'Imu è l'imposta che incide più pesantemente su questa mazzata, ma la batosta sarà più pesante per chi ha la seconda casa

Non c'è solo l'imu. Nella seconda parte dell'anno oltr alla quota in più da pagare sui redditi del 2010, i contribuenti devono fare i conti anche con le addizionali elevate per il periodo di imposta del 2011. C'è poi da fare i conti con l'aumento delle accuse su benzina e gasolio. Un single spenderà 86 euro in più mentre una coppia con figli oltre 140 euro.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Libero Di Rino (LDR)

    16 Aprile 2012 - 22:10

    Anch'io credo che molta gente non riuscirà a pagare queste tasse maniacali che ha inventato questo governo rappresentato da GIORGIO III! Questi italiani che si trovano in condizioni economiche precarie saranno perseguitati ed invitati a suicidarsi???Continueremo a contarne sempre più!

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    16 Aprile 2012 - 17:05

    ... ma siamo proprio sicuri che la gente pagherà? Comincio ad avere dei dubbi... perché, alla fine, quando è troppo, per rabbia non si paga nemmeno il giusto. E poi sapere che i nostri sacrifici saranno sprecati è un altro buon motivo per ... astenersi se non altro per non essere accusati di complicità per aver foraggiato i ladri di denaro pubblico. La conclusione, per loro, educativa è: SCIOPERO DELLE TASSE anche senza sindacato .......

    Report

    Rispondi

  • rosanna.n

    16 Aprile 2012 - 15:03

    Il Premio Nobel per l'Economia "si arrende". La Germania, con l'imposizione delle sue favole di moralità fiscale, sta distruggendo l'intero sistema. Una situazione da pazzi: a questo punto unica alternativa è l'uscita dall'euro. Altrimenti si continuerà a morire.......speriamo che qualcuno non dica che il premio nobel è impazzito

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    16 Aprile 2012 - 15:03

    paghiamo, poi inizieranno i protesti, le rate muto non pagate, le bollette rinviate, le macchine ferme. uguale a cali dei consumi, nuovo deficit! tagliare i rimborsi ai partiti, i compensi dei politici no, troppo facile! la Grecia è sempre più vicina.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog