Cerca

Dall'energia al biglietto del tram Tutti gli aumenti del 2012

Una famiglia media spenderà 220 euro in più per la bolletta delle luce, altri 580 euro voleranno per acqua e rifiuti

Dall'energia al biglietto del tram Tutti gli aumenti del 2012

Dall'energia al bliglietto del tram, sarà un anno di continui aumenti.Il Sole 24 ore ha passato in rassegna tutte gli aggravi sulle tasche degli italiani. A partire dalla bolletta energetica: secondo le rivelazioni trimestrali dell'Autorità per l'energia, una famiglia media arriverà a spendere quasi 220 euro in più di luce. Altri 580 euro dovrà metterli in contro per le spese di acqua, e rifiuti. Aspettiamoci batoste anche per quanto riguarda le spese telefoniche, un ritocco che potrebbe superare anche i 90 euro sul forfait mensile e i 25 euro sulle chiamate. Aumenteranno anche le spese per il lavoro domestico: secondo le stime di Assindatcolf (l'associazione nazionale dei datori di lavoro domestico) il costo annuo lordo di una badante convivente a 54 ore settimane e al minimo sindacale si aggirerà sui 13300 euro (320 euro in più rispetto al 2011). A questi soldi vanno aggiunti 2000 euro in più di contributi (più cari di 85 euro). Rincari di 20 euro per la Rc auto sempre che si tratti di una prima classe di merito, una cittò non rischiosa e un'auto di media cilindrata.  L'aumento dei biglietto del tram ci farà spendere 150 euro in più rispetto allo scorso anno.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eumeo

    16 Aprile 2012 - 11:11

    O il Presidente del Consiglio e la sua pletora di supponenti cattedrattici sono incapaci e completamente ignoranti in economia oppure sono sadici e si divertono a mettere tasse per sterminare il popolo e ridurlo alla fame. Delle due l'una, tertium non datur. Ma come si fa ad umentare ogni tassa? Presto anche per scorreggiare occorrerà pagare un cent al fondo per l'ambiente e la salubrità dell'aria. Posto che sarebbe importante sapere come sono entrati nelle università, vanno tutti mandati a casa e dirottati, dopo un corso intensivo, ad altri lavori quali, vangare, zappare, potare... La ricetta per far ripartire il paese non può che passare attraverso una riduzione della spesa pubblica (tagli agli enormi sprechi, comrpeso lo stipendio di Monti che costituisce lo spreco più grosso ed i soldi peggio spesi) e un taglio dell tasse del 30%. Così riparte il paese.

    Report

    Rispondi

blog