Cerca

L'editoriale

Liquidazioni bruciate alla roulette del Casinò Matteo

16 Ottobre 2014

1

Meglio un uovo oggi o una gallina domani? A giudicare dai provvedimenti presi dal governo con la legge di stabilità si direbbe che Matteo Renzi sia convinto che sia meglio l’uovo oggi. Del resto non poteva che essere così: il presidente del Consiglio ha fatto della velocità la caratteristica principale del suo esecutivo e perciò non poteva che scegliere l’opzione immediata. Dunque gli italiani potranno presto decidere di vedersi liquidato in busta paga il Trattamento di fine rapporto, ossia la cosiddetta liquidazione. In tempi passati il Tfr era considerato un tesoretto da mettere da parte per il futuro, quando il lavoratore avesse lasciato il posto in azienda. Ma per un certo periodo quella somma è anche stata considerata un accantonamento per le evenienze della famiglia e non a caso è stata spesso utilizzata per comprar casa ai figli. (...)

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luigitir

    16 Ottobre 2014 - 10:10

    L'anticipazione del Tfr e' volontaria. Cosi' il sistema diventa flessibile e copre esigenze differenti dei vari soggetti. Ma per i liberali come Belpietro meglio non lasciare liberta' di scelta e alimentare i fondi pensione occasione per impiegare sindacalisti nei Cda.

    Report

    Rispondi

media