Cerca

L'editoriale

Sfilare con chi picchia non crea occupazione

15 Novembre 2014

5

Qualcuno sa perché le piazze ieri sono state invase da cortei di manifestanti? Immagino di no, e credo che se interrogassimo i passanti che hanno assistito allo sfilare di studenti e operai o sono rimasti intrappolati nella propria macchina, nessuno sarebbe in grado di dare una risposta. Qualcuno ha scioperato, è sceso in piazza con striscioni e bandiere, ha lanciato fumogeni; qualcuno ha attaccato la polizia, ma nessuno o quasi di coloro i quali hanno assistito alle scene di ordinaria confusione, quando non di ordinario caos o violenza, sa dire quali fossero le ragioni dei contestatori. Perché ormai è così: si è perso il senso delle cose e il rumore continuo della contestazione ha coperto il significato della protesta.

Del resto, anche tra coloro che hanno sfilato non c’è identità di vedute e men che meno identità di obiettivi. In corteo a Milano c’erano i lavoratori metalmeccanici, ma nelle altre città c’erano anche i lavoratori di altri settori, e poi ieri era lo sciopero dei dipendenti delle imprese di trasporto, ma allo stesso tempo in piazza c’erano pure gli studenti e i No Tav. Cosa avessero in comune gli uni e gli altri non si sa, sta di fatto che gli ultimi hanno tentato di entrare dentro la Curia di Milano. Che cosa c’entrasse l’arcivescovo del capoluogo lombardo con le ragioni dello sciopero e della manifestazione non è noto, sta di fatto la polizia è dovuta intervenire per impedire l’irruzione e alla fine della giornata si sono contati 15 feriti, guarda caso tutti tra le forze dell’ordine, cui il governo dopo le botte con gli operai dell’Acciaieria di Terni ha chiesto di farsi picchiare senza reagire.

Leggi l'editoriale di Maurzio Belpietro
su Libero in edicola oggi 15 novembre
o acquista una copia digitale del quotidiano

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • delfino47

    15 Novembre 2014 - 14:02

    Egr Direttore, mi stò chiedendo se i Suoi Editoriali e l'impostazione attuale del Quotidiano Libero siano frutto del patto del Nazareno.

    Report

    Rispondi

  • pierangelo-lombardi

    15 Novembre 2014 - 14:02

    Vero...... ma crea PRE-Occupazione ai Governanti

    Report

    Rispondi

  • doberman

    15 Novembre 2014 - 12:12

    Ora tutto è cambiato siamo credibili , come sono costretti a dire molti parlamentari ospiti in tv , gli investitori stranieri nel bel Paese sono aumentati.......si quelli del prodotto interno lurido...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media