Cerca

L'editoriale

I violenti di Milano sgomberiamoli subito

19 Novembre 2014

2

Pochi lo ricordano, ma alcuni personaggi divenuti tristemente famosi negli anni di piombo si formarono proprio frequentando i cosiddetti movimenti per il diritto alla casa. La rivoluzione più che mirare alla presa del Palazzo d'inverno in principio si limitava alla presa degli alloggi: qualche stanza che ospitasse compagni e compagne, naturalmente gratis. Certo, oggi i tempi sono cambiati e non c'è quella zona grigia che appoggiava i terroristi e che forniva loro supporto e copertura: rispetto ad allora manca la motivazione ideologica e il controllo dei gruppi antisistema da parte delle forze dell'ordine è più mirato. Ciò detto, occorre prestare attenzione a quel che sta succedendo di questi tempi con l'occupazione delle case, perché potenzialmente i rischi che si sviluppi altro esistono. (...)

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lezzz

    11 Febbraio 2016 - 14:02

    Io mi trovo a fronteggiare una pessima situazione nel monolocale che con sacrifici ho comprato 7 anni fa'... forse come sicurezza x i miei figli, x la mia pensione Da un anno l'ho affittato ad una persona che si era presentata con regolare contratto a tempo indet. con il suo datore di lav. da mesi non mi paga più l'affitto ed ha subaffittato ad extracomunitari, con conseguenti viavai di gentaglia.

    Report

    Rispondi

  • ego1

    19 Novembre 2014 - 19:07

    Caro Direttore, oltre che sgombrarli i violenti di Milano (e d'Italia) bisognerebbe arrestarli e mantenerli in detenzione per lunghissimi anni. Purtroppo ciò non avviene a causa di leggi troppo permissive e di magistrati troppo "comprensivi". Riformuliamo in senso più severo e più CHIARO le leggi in modo da togliere al giudice ogni discrezionalità "buonista". Un saluto.

    Report

    Rispondi

media