Cerca

L'editoriale

Crolla il teorema dei fascio-mafiosi

12 Dicembre 2014

5

Fino a ieri i commentatori dei grandi giornali potevano raccontare in tv la favola delle diverse responsabilità di destra e sinistra nello scandalo di Roma capitale. Gli ex fascisti corrotti e sporchi in combutta con i criminali della banda della Magliana, gli ex comunisti colpevoli di essersi arresi al malaffare (ovviamente della destra) ma salvi almeno per quanto riguarda i rapporti con il mondo della delinquenza organizzata. Niente terrorismo, niente rapine e armi, spaccio di droga o estorsioni nel curriculum dei compagni presi con la mazzetta in mano. (...)

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    12 Dicembre 2014 - 19:07

    beh non si era capito subito che la destra non c'entra niente con lo scandalo rosso di Roma? Ma quando mai è possibile per uno di destra aver a che fare con le coop rosse? Nemmeno alla rai entri se non sei comunista, figuriamoci dentro le mangiatoie del PD. Se non sei iscritto al PD non c'è posto per gli affari rossi.

    Report

    Rispondi

    • francescog.rispoli

      12 Gennaio 2015 - 19:07

      il signo bettely ha ragione il pd ha coperto tutte le istituzioni figuriamoci se sarebbe entrata a far parte della cricca di malfattori capeggiata x il momento dal sindaco e il suo codazzo. La destra non è capace neanche di fare una dura opposizione anzi sta assecondando il pd cioè lo sostiene. Il pd ha fatto falire una banca, il mps e lo stato ha spalmato i debiti sui cittadini ben 7 miliardi di

      Report

      Rispondi

  • doberman

    12 Dicembre 2014 - 18:06

    Per anni hanno cavalcato l'onda dell'anti fascismo , non per il bene comune ma per farsi i [email protected]@i loro ......e ci sono riusciti....la grana è grana.........

    Report

    Rispondi

  • skyroll

    12 Dicembre 2014 - 09:09

    Gent,mo Direttore:ascoltando su una radio il nome Crollalanza,legato alla costruzione dell'acquedotto pugliese;cercai notizie su internet e appresi che, ministro dei lavori pubblici di Benito,oltre a tante opere,ricostrui piu' di 3000 case distrutte dal sisma del 30 e ne riparo' piu' di 5000 in un anno,(in un minor tempo concessogli) e restitui la parte della somma non spesa.se questo e' fascismo

    Report

    Rispondi

    • fofetto

      12 Dicembre 2014 - 18:06

      Ma che cosa fa? Apologia? Ma lei, mi scusi, è pazzo. Sono tutte opere fatte dai partigiani (rossi, ovvio) nel tempo libero. E qualche imbecille le ha fatte passare, le opere, per fasciste. Ma pensa te questa destra italiana cosa è capace di millantare.

      Report

      Rispondi

media