Cerca

L'editoriale

La nostra sicurezza è a rischio: non stendiamo un velo

18 Gennaio 2015

12

Il governo si è dato da fare per smentire di aver pagato un riscatto in cambio della liberazione di Vanessa e Greta. «Solo illazioni» ha dichiarato il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, il quale subito dopo ha però aggiunto che nel caso delle due cooperanti italiane l’esecutivo si è comportato come i precedenti (che infatti pagavano), precisando che per Palazzo Chigi e dintorni dà la priorità al salvataggio di vite umane (tradotto: pazienza se ci sono costate 12 milioni, tanto sono soldi dei contribuenti). Con il rientro delle due ragazze e le rassicurazioni del ministro si vorrebbe così chiudere la faccenda, mettendo una pietra sopra l’imbarazzante trattativa con i terroristi. Si dà il caso che però la vicenda sia tutt’altro che archiviabile ma necessiti di ulteriori approfondimenti, soprattutto dopo la rivelazione di una serie di antefatti. Ieri in un articolo del Fatto quotidiano si dava conto dell’esistenza di una informativa dei Ros sulla missione siriana di Vanessa e Greta. Non un rapporto compilato dopo la sparizione delle due ragazze, ma una nota predisposta prima della partenza. Quanto prima? 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcolelli3000

    20 Gennaio 2015 - 04:04

    vero, pero' in questo caso i soldi della gente non possono pagare i maschi perche' due imbecilli si sono innamorate.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    18 Gennaio 2015 - 21:09

    Se si indaga, attendiamo l'esito ma una condanna aprioristica non depone favorevolmente verso chi la fa. E'0 meglio rivedere certi atteggiamenti di colpevolisti a tutti i costi (con diecine di errori passati) Indaghiamo sull'attentato inesistente, piuttosto...

    Report

    Rispondi

  • alby43

    18 Gennaio 2015 - 18:06

    Adesso che le due ragazze sono state liberate dovremmo esserne tutti felici, invece NO, tutti a infierire contro il Governo perché "FORSE" è stato pagato un riscatto. Se fossero state uccise come altri prigionieri, facendo circolare su Internet pure un video. Lutto Nazionale e accuse al Governo per non averle liberate. Purtroppo simo un Popolo Immaturo e una Nazione poco seria.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media