Cerca

L'editoriale

Renzi il bullo non sta più sereno

5 Febbraio 2015

12

Da quando Matteo Renzi è riuscito a imporre il suo candidato al Colle non c’è più niente che lo tenga. Il nostro presidente del Consiglio viaggia a qualche metro da terra, convinto che dopo aver spianato l’opposizione interna ed esterna, presto camminerà sulle acque e moltiplicherà anche pani, pesci e occupati. Lo stato d’animo del premier - che, vale la pena di ricordarlo, appena dieci anni fa era il giovane segretario della Margherita in una provincia come quella di Firenze in cui contavi solo se eri diessino - è comprensibile. Meno comprensibile è però che non faccia nulla per nasconderlo, lasciandosi andare a uscite che paiono quelle di un bullo di provincia. L’altro ieri ai ministri dell’Udc che cercavano di salvare almeno la poltrona se non la faccia ha risposto di non avere tempo da perdere con i partitini, aggiungendo che se qualcuno deve leccarsi le ferite non è certo affar suo. Un tono sprezzante e sicuro che ieri ha replicato, ma questa volta rivolto all’ex compagno di patto Silvio Berlusconi. Dopo la fregatura del Quirinale, il Cavaliere ha riunito l’ufficio di presidenza e ha dichiarato decaduto il patto del Nazareno, precisando che Forza Italia valuterà di volta in volta se votare a favore o contro le riforme. Beh, sapete che ha risposto il presidente del Consiglio per tramite della vicesegretaria del Pd Debora Serracchiani? Meglio, così: non avendo tra i piedi Berlusconi e Brunetta riusciremo a farle prima. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • iltrota

    07 Febbraio 2015 - 17:05

    Sino a prova contraria VOI di Farsa Italia siete nella kakka più profonda e Renzi sta gongolando!!!

    Report

    Rispondi

  • zhoe248

    06 Febbraio 2015 - 09:09

    Bah, tutto questo improvvviso, apparente capovolgimento di fronte in chiave antiB del boyscout, noto specialista nel fare e dire tutto e il contrario di tutto x rimbambire la gente, mi pare una tattica x richiamare nell'ovile le tante pecorelle sinistre confuse e smarrite dal patto renzusconiano. Ergo: ci prepariamo alle elezioni? E con il nuovo PDR il mattarellum è assicurato. "Meglio così"!!

    Report

    Rispondi

  • numetutelare

    05 Febbraio 2015 - 16:04

    Bene, così verificherà di nuovo la tenuta del suo PD, sul quale conterei non più di tanto. Stanno insieme solo per non andare al voto e non basta per durare. e a destra solo gli illusi possono credere che non ci sarà una serrata di ricompattamento, e chi non ha votato e non ha avuto alcun risultato dal governo Renzi... chi voterà tornando alle urne???

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media