Cerca

L'editoriale

Così l'Italia si arrende all'invasione

19 Febbraio 2015

7

L’Italia ha scoperto di essere un’infiltrata speciale. Eh, già: fino a ieri le preoccupazioni circa la possibilità che insieme ai profughi potesse sbarcare anche qualche terrorista erano liquidate con sufficienza dai presunti esperti e da chi ha la responsabilità politica di guidarci. Adesso invece qualcuno comincia ad interrogarsi se insieme a uomini, donne e bambini in fuga dalle guerre e dalla fame il nostro Paese non stia importando anche qualche aspirante martire del jihad. (...)

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    26 Febbraio 2015 - 16:04

    x roberto sarzi e daniele fontanive: Cioè,voglio capire...l'Italia sarebbe indifesa perchè l'esercito è formato per il 90% da meridionali e perchè gli alpini vengono dalla Sicilia? Forse crede che i militari padani abbiano qualita' belliche degne dei Marines Americani o del Mossad israeliano ? Magari potessimo imitare la Cecoslovacchia e separarci per sempre...

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    19 Febbraio 2015 - 23:11

    Sew il problema esiste ; ed esiste, abbozzare un suggerimento di porvi rimedio fa pate della gente onesta nella critica.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    19 Febbraio 2015 - 23:11

    Nessuno ha giudicato con sufficienza tale eventualità : non raccontiamo balle. C'è piuttosto una difficoltà che ciò avvenga, non una impossibilità. Non si manda gente addestrata e fedele su un mezzo di navigazione che ha probabilità di finire in fondo al mare. Occorre maggiore attenzione a chi sbarca ma è assurdo pensare di affogare chi fugge dal genocidio. Sempre esagerazioni pur di parlar male

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media