Cerca

L'editoriale

L'allarme degli 007: sotto il velo islamico può esserci una bomba

28 Febbraio 2015

5

Premessa: se oggi fossi un agente segreto e dovessi scrivere una relazione sui pericoli che di questi tempi corre il nostro Paese, per prima cosa metterei nero su bianco le preoccupazioni per un attentato di matrice islamica. Non perché io abbia notizie di prima mano sul rischio che domani qualche fanatico jihadista possa compiere un’azione dimostrativa, ma perché vista l’aria che tira in Libia e Siria è sempre meglio prendere qualche precauzione: non si sa mai... Meglio sopravvalutare che sottovalutare, meglio annunciare un pericolo che tacerlo. Altrimenti si rischia di fare la fine di quei funzionari di sua maestà la Regina Elisabetta, i quali pur avendo sotto il naso uno sgozzatore professionista, quel tal Jihadi John che ha già tagliato la testa a una mezza dozzina di cristiani, se lo sono lasciato sfuggire e ora si mangiano le mani. Insomma, per non fare la figura dei fessi, conviene dire che l’Italia è nel mirino e che le forze di polizia devono tenere gli occhi aperti: male di sicuro non fa.

La premessa era indispensabile per due ragioni. La prima è che non c’è relazione dei servizi segreti che nel passato non abbia contenuto un qualche avviso del genere, con avvertimenti circa la ripresa del terrorismo nostrano e altri riguardanti quello internazionale. Del resto, se non lanciassero periodici allarmi, i nostri analisti del rischio come giustificherebbero il loro stipendio e le loro note spese? La seconda ragione che richiedeva la premessa è presto detta: dopo ciò che è successo in Francia e dopo le minacce contro l’Italia, anche io senza avere un curriculum da 007, a lume di naso avrei potuto pre-allertare il Parlamento del pericolo di attentati fondamentalisti. Negli ultimi mesi i tifosi di Al Baghdadi hanno colpito un po’ ovunque, Italia esclusa, e dunque anche senza aver alle spalle un’esperienza nel controspionaggio si può temere che qualcuno abbia intenzione di colmare la lacuna.

Leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro
su Libero in edicola sabato 28 febbraio
o acquista una copia digitale del quotidiano

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    07 Marzo 2015 - 17:05

    Ma benedetti figlioli...mi spiegate una cosa? Come mai tutti contro il PD,i comunisti e la sinistra in genere,pero' nei sondaggi il PD è sempre prima ? Dare il voto a Forza Nuova no ?

    Report

    Rispondi

    • gianniob

      15 Marzo 2015 - 16:04

      e la presenza di un forte masochismo dove la metti? Gli italiani amano farsi del male

      Report

      Rispondi

  • ninosiciliano13

    28 Febbraio 2015 - 17:05

    Penso che se una donna islamica fosse in procinto di compiere un attentato si toglierebbe il velo per evitare sospetti e nasconderebbe l'ordigno in altre parti del corpo.L'ipotesi descritta nell'articolo e'una vera sciocchezza.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    allianz

    28 Febbraio 2015 - 14:02

    La legge per proibire l'indossare veli islamici c'è da anni.Se i lerci rossi si sono stracciati le vesti in nome della integrazione,si inizi ad applicarla.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media