Cerca

L'editoriale

Tutti i trucchi dei finti profughi

28 Aprile 2015

2

La notizia del giorno è che a Porto Recanati un cordone di immigrati ha impedito a Matteo Salvini di entrare nell’Hotel House, un condominio multietnico abitato soprattutto da nordafricani. Quattrocento appartamenti che - informa il sito del Corriere della Sera - tra spaccio, armi e abusivismo sono un inferno. A respingere il segretario della Lega - riferisce il medesimo sito - sono stati, oltre agli abusivi, anche militanti del Pd, della Cgil ed esponenti dei centri sociali. Dal che si deduce che, per una certa parte politica, non solo sia legittimo cacciare un parlamentare impedendogli l’accesso a un luogo pubblico, ma che sia anche normale difendere chi occupa abusivamente un alloggio e lo trasforma magari in un crocevia di affari illegali.

Leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro
su Libero in edicola martedì 28 aprile
o acquista una copia digitale del quotidiano

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eziocanti

    17 Giugno 2015 - 14:02

    La penso come mab !!!! Ez.

    Report

    Rispondi

  • mab

    28 Aprile 2015 - 10:10

    MOLTO,MOLTO più pericolosi dei clandestini sono quelli che desiderano ed esaltano linvasione, spazzatura di gentaglia che gode nel vedere il paese ridotto ad un vespasiano e che dovrebbe sparire dalla faccia della terra.

    Report

    Rispondi

media