Cerca

L'editoriale

Renzi è pronto a pagare per riempirci di immigrati

9 Giugno 2015

2

Una volta gli incentivi statali erano usati per convincere gli italiani a cambiare macchina o divano, allo scopo di favorire i consumi e stimolare la crescita. Ora gli incentivi sono lo strumento con cui lo Stato si prefigge di convincere i Comuni a cambiare atteggiamento sulla questione immigrati, in modo da favorire l’accoglienza e l’aumento dei profughi in certe Regioni. Anche questo è un segno dei tempi che cambiano: da Paese industrializzato stiamo diventando un Paese da immigrato.

A noi già sembrava di aver toccato il fondo con i 35 euro pagati ai centri di assistenza per ogni straniero giunto in Italia. Tuttavia l’idea che si remunerino anche i Municipi che accettano di ospitare sul proprio territorio i clandestini, se possibile, ci pare peggio. Ma come: la mano pubblica non ha i soldi per dare una casa a un italiano che l’ha perduta e però se si tratta di reperire un tetto a chi italiano non è i quattrini li trova? Non ci sono fondi per rinnovare i contratti scaduti nel pubblico impiego ciononostante si svuotano le casse per fare un contratto con chi ospita i clandestini in casa propria? La cosa appare ancor più assurda soprattutto considerando che un Comune virtuoso che non spalanca le porte ai profughi rischia di venir colpito dai tagli lineari decisi dal governo, mentre uno spendaccione che ospiti i migranti ha la possibilità di essere premiato dagli incentivi, come annunciato ieri dal premier. Siamo al mondo alla rovescia, a un pezzo di Terzo mondo che si rovescia dentro i nostri confini e noi, invece di darci da fare per fermarlo, paghiamo chi ci invade.

Leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro
su Libero in edicola martedì 9 giugno
o acquista una copia digitale del quotidiano

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fepi65mi

    11 Giugno 2015 - 10:10

    Matteo non ha capito............ che l'italiano è un contribuente, uno che alimenta le casse , che alla fine si auto mantiene col proprio lavoro e non gli costa quei 35 euro giorno , per cui è un cliente da trattare con i guanti.Lui invece favorisce i migranti e ci penalizza?? Ahi ahi , scelta sbagliata, molto sbagliata !!!

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    09 Giugno 2015 - 10:10

    Ora abbiamo scoperto che per rimborsare i pensionati defraudati non ci sono soldi, mentre per i comuni "virtuosi" che accolgono clandestini sono comparsi come per magia, come il Pinocchio Fiorentino ha già trovato quei 20-30 milioni per recuperare il barcone affondato vicino alla libia.

    Report

    Rispondi

media