Cerca

L'editoriale

L'uomo che terrorizza Roma

30 Luglio 2015

2

on sono superstizioso e credo che venerdì 17 sia un giorno come tutti gli altri. Dunque non sosterrò che Ignazio Marino porti sfiga. Però mi sia consentito di dire che la sfiga accompagna volentieri il sindaco di Roma. Da quando ha occupato la poltrona di primo cittadino in Campidoglio infatti non passa settimana che nella Capitale non succeda qualcosa di grave. La prima avvisaglia della nefasta cappa di jella che aleggia su Roma risale a pochi mesi dopo la sua elezione. Manco il tempo di insediarsi che sulla città eterna si abbatté un nubifragio che paralizzò centro e periferie, allagando le stazioni del metrò e negozi. La tempesta mise in ginocchio la città ma non il suo sindaco, il quale al contrario si rivelò scattante come non mai, sempre con il piede sulla scaletta di un aereo - pronto a partire per qualsiasi destinazione che non fosse la Capitale - o sulla pedivella della bicicletta. I quartieri annegano? Il sindaco invece galleggia benissimo. E infatti il Tempo, storico quotidiano della borghesia ministeriale della città, lo ribattezzò Sottomarino.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nick2

    31 Luglio 2015 - 13:01

    Marino ha smascherato e resa pubblica la vergogna di mafia capitale. Per questo motivo i servi dei politici (sia di destra, sia di sinistra) che hanno governato Roma insieme alla malavita organizzata gli stanno facendo una guerra mediatica senza precedenti. Quello che accade oggi a Roma, accadeva (e anche peggio) durante le precedenti amministrazioni. Io sto con Marino!

    Report

    Rispondi

    • laghee

      01 Agosto 2015 - 16:04

      se certe cose le dice nick2, ............... allora va bene !!!

      Report

      Rispondi

media