Cerca

L'editoriale

Dentista gratis ai clandestini

17 Settembre 2015

2

Gli immigrati ci faranno ricchi e se non ricchi quanto meno ci aiuteranno a non diventare poveri. Questa è l' ultima tesi degli economisti da salotto, quelli per intenderci che passano da un talk show alla prima pagina dei quotidiani di tendenza senza averne mai azzeccata una. La teoria può essere sintetizzata così: essendo la popolazione della cara e vecchia Europa sempre più anziana, abbiamo bisogno di braccia forti che lavorino per noi e che contribuiscano con il loro lavoro a mantenere il nostro welfare, ossia le nostre pensioni e il nostro sistema sanitario. In base a questo postulato da qui al 2030 i Paesi occidentali dovrebbero aprire le frontiere ad almeno 45 milioni di stranieri, quindici milioni dei quali destinati a "rimpolpare" il sistema economico dell' Italia, il Paese dove si fanno meno figli e si vive più a lungo. (...)

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paolomora.pm@alice.it

    paolomora.pm

    15 Ottobre 2015 - 01:01

    Mentono sull'età perché nei paesi d'origine non ci sono anagrafi come da noi e possono farsi dichiarare l'età che vogliono. Allora un cinquantenne può farsi fare un certificato di nascita che gli da l'età di 65 anni cosi si prende la pensione sociale. Nei ricongiungimenti con i figli essi arrivano con un certificato di età spesso inferiore al reale per poter avere gli assegni di famigliari.

    Report

    Rispondi

  • PatrizioIndoni

    17 Settembre 2015 - 16:04

    Io sono disoccupato e il dentista gratis non ce l'ho. Grazie Italia.

    Report

    Rispondi

media