Cerca

L'editoriale

L'allego naufragio di Ignazio Marino, uomo senza dignità

3 Ottobre 2015

1

Ignazio Marino non è soltanto un sindaco inadeguato, incapace di svolgere il delicato compito di guidare la Capitale d’Italia, è anche un sindaco ridicolo, che non ha il senso del ruolo ricoperto e non possiede alcun tipo di orgoglio. Giorno dopo giorno la sua immagine pubblica viene dissipata dagli errori, le gaffe, le bugie, il degrado, e lui che cosa fa? Ride negando i fatti e rifiutando di prendere atto dei disastri. In tv respinge ogni contestazione, non ammettendo neppure ciò che è provato. Nega sempre, dichiarando infondata ogni cosa, dando lezioni a destra e a manca e impartendone perfino al Papa. Tutto sembra rimbalzare su un volto in cui perennemente è dipinta l’ilarità. La sua gaiezza è una posa, una specie di muro di gomma dietro cui nascondere i fallimenti. Tuttavia giorno dopo giorno, gaffe dopo gaffe, quel riso ostentato fa apparire Marino come una maschera priva di dignità. Una parodia di sindaco. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eziocanti

    05 Ottobre 2015 - 14:02

    Personaggio da avanspettacolo di seconda categoria, degno compare dei vari Renfonzie, Vendolina, BoldrinA e compagnia cantante; i veri e puri DEM-enti del PD-ota sono tutti contenti di aver votato per cotanto giullare.

    Report

    Rispondi

media