Cerca

L'editoriale

Renzi si compra Milano

11 Novembre 2015

0

«L’area che ha ospitato l’Expo diventerà la Silicon Valley italiana», parola di Matteo Renzi, che ieri, in piena campagna elettorale, si è presentato nel capoluogo lombardo intestandosi il merito dell’esposizione internazionale e di quel che seguirà. Il progetto si chiama Humane Technopole Italy 2040 e, dopo averlo fatto filtrare domenica sulle pagine del Corriere della Sera, il presidente del Consiglio lo ha illustrato nei dettagli. Due le notizie principali: a guidare il progetto sarà l’Istituto italiano di tecnologia, ente di diritto privato finanziato dallo Stato e con sede a Genova; l’operazione costerà 150 milioni l’anno, vale a dire un miliardo e mezzo in dieci anni.

Ovviamente investire sulla ricerca e la tecnologia non può essere considerata una cattiva idea: tutti vorremmo poter creare anche in Italia una piccola Cupertino, città dove sorgono oltre alla Apple anche la Hewlett Packard, la Symantec e la Sun Microsystems. Il problema è come si fa e soprattutto se quella intrapresa è la direzione giusta. Purtroppo sulla strada scelta dal capo del governo a noi pare di intravedere alcuni ostacoli.


Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media