Cerca

L'editoriale

Lasciamo libero di fuggire chi progetta gli attentati

24 Novembre 2015

0

Chiunque detenga o diffonda materiale pedopornografico rischia l’arresto immediato e una condanna pesante. Chiunque invece detenga o diffonda materiale che inneggia alla guerra santa oppure che insegna a costruirsi bombe o a organizzare una guerriglia in città, al massimo rischia un severo ammonimento a non detenerlo più. Con ciò non intendiamo chiedere clemenza nei confronti di chiunque diffonda immagini o filmati in cui siano ripresi abusi nei confronti di minori: tutt’altro. Per quanto ci riguarda, i pedofili andrebbero messi dietro le sbarre di gran carriera e poi si dovrebbe buttare la chiave. Ma analogo trattamento andrebbe riservato anche a chi si prepara a scatenare la jihad in casa nostra. E invece no, su questa materia non si hanno le idee chiare. O meglio: non si ha l’atteggiamento inequivocabile che sarebbe richiesto contro gli aspiranti terroristi. (...)

Clicca qui, acquista una copia di Libero e leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media