Cerca

L'editoriale

Più presepi, meno imam

28 Novembre 2015

2

Dopo gli attentati di Parigi la Francia sospende alcune regole della Convenzione dei diritti dell’uomo, imponendo lo stato d’emergenza. Noi invece sospendiamo i canti di Natale, Santa Lucia e tutto ciò che abbia qualche riferimento al periodo dell’Avvento, ritenendo che dopo le stragi francesi delle strofe come «Caro eletto pargoletto» possano sembrare una pericolosa provocazione. (...)

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ferriluigi

    ferriluigi

    28 Novembre 2015 - 18:06

    ha ragione quel leghista che dice al preside della scuola di lavorare, all'immacolata ,Natale ,S,Stefano, Pasqua ecc. ecc. Ma dico ci dobbiamo integrare noi? che lo licenzino quel preside stia a casa sua

    Report

    Rispondi

    • bettym

      30 Novembre 2015 - 09:09

      Giusto!! sembra che dobbiamo chiedere il permesso per continuare con le nostre tradizioni ed incredibilmente, ci sono persone che lo negherebbero anche!! Ma che schifo di persone abbiamo nel nostro paese??!!

      Report

      Rispondi

media