Cerca

L'editoriale

Sbancati. E dopo toccherà a contribuenti e pensionati

5 Dicembre 2015

0

Mesi fa lanciammo un avvertimento a correntisti e risparmiatori: occhio perché allo sportello si rischia la rapina. L’avviso era dovuto alle nuove regole bancarie imposte dalla Ue, che in pratica scaricavano sulle spalle della clientela gli errori dei banchieri. Se fino a ieri i crac degli istituti di credito erano a carico degli azionisti e del sistema bancario, con le leggi imposte da Bruxelles sono anche i correntisti a dover mettere mano al portafogli. Le norme ufficialmente non sono ancora in vigore ma lo saranno presto, ossia dal primo gennaio dell’anno nuovo. Tuttavia, anche se non ancora in funzione, la regola che impone ai risparmiatori di pagare il conto della bancarotta dell’istituto cui ha affidato i propri soldi ha già avuto una prova generale.

Leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro
su Libero in edicola sabato 5 dicembre
o acquista una copia digitale del quotidiano

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media