Cerca

L'editoriale

Se perfino Mattarella smentisce il premier

Lo ammetto: da tempo ho smesso di ascoltare i discorsi di fine anno del Presidente della Repubblica. La colpa non è di Sergio Mattarella, che giovedì sera era alla sua prima predica inutile, ma dei predecessori, che nel tempo hanno trasformato l' appuntamento di San Silvestro in una melassa di cose ovvie. Da Scalfaro a Napolitano, passando per Ciampi, non mi è mai capitato di ascoltare interventi memorabili, che valessero la pena di tenere accesa la televisione durante la cena. Per dovere e non certo per piacere, il messaggio quirinalizio lo rivedo il giorno dopo, anzi quasi sempre lo leggo, risparmiandomi l' aria imbalsamata degli inquilini del Colle, il salottino, le bandiere, la scrivania e tutta la coreografia che accompagna la finta cerimonia del Capo dello Stato a colloquio con gli italiani.
Così ho fatto anche ieri, rivedendo la mattina e con mente serena il discorso di Mattarella. Premetto che dall' attuale presidente della Repubblica non mi aspettavo nulla che fosse degno di nota. (...)

Leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro
su Libero in edicola sabato 2 gennaio
o acquista una copia digitale del quotidiano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog