Cerca

L'editoriale

Matteo suona la ritirata da Quarto

13 Gennaio 2016

0

Non conosco la sindaca di Quarto, quella che ha messo tanto in allarme i grillini e, soprattutto, il Pd. Tuttavia, da quel che ho capito leggendo sui giornali gli atti dell’inchiesta, Rosa Capuozzo mi pare una vittima. Di chi con la minaccia voleva ottenere vantaggi e di chi speculando sul caso spera di trarne un vantaggio politico. La sua unica colpa infatti è di essere stata oggetto di un tentativo di ricatto da parte di un compagno di partito e, pur non essendosi piegata all’estorsione, di non aver denunciato tutto alla magistratura, limitandosi a riferire ai vertici pentastellati. Peccato veniale in un Paese in cui in genere i sindaci sono loro stessi ad estorcere denaro a cittadini e fornitori della pubblica amministrazione. Nonostante si sia trattato di poco più che una mancanza, al Partito democratico non è parso vero di poter montare in cattedra per mettere sul banco degli imputati il Movimento Cinque Stelle, accusandolo di aver perso la verginità e di essere colluso con la Camorra.

Leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro
su Libero in edicola mercoledì 13 gennaio
o acquista una copia digitale del quotidiano

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media