Cerca

L'editoriale

Va cambiata la legge che apre la strada a questo mercimonio

14 Febbraio 2016

0

Come si fa ad affittare il proprio utero? Quali requisiti servono, a quali controlli ci si deve sottoporre? Soprattutto quanto guadagna la donna che si presta a portare in grembo il figlio di un altro? Le domande mi frullavano in testa da giorni, cioè da quando il senatore Sergio Lo Giudice, firmatario insieme con Monica Cirinnà della famosa legge sulle unioni civili, ha cercato di glissare le domande che gli ho posto in tv. Lo Giudice, presidente onorario dell' Arcigay, ha un figlio di pochi anni. O meglio: il bimbo è figlio di suo marito, con il quale si è sposato in Norvegia quattro anni fa. Ufficialmente Lo Giudice per quel figlio non è nessuno: un amico, il convivente del padre. Solo la legge Cirinnà, con la stepchild adoption, rimetterebbe le cose a posto, consentendo anche al senatore dem di dirsi padre di quel bimbo avuto in California con la maternità surrogata. Lo Giudice è in conflitto d' interessi? (...)

Leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro
su Libero in edicola domenica 14 febbraio
o acquista una copia digitale del quotidiano

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media