Cerca

L'editoriale

Anche Confindustria adesso avverte: rischio stangata

30 Marzo 2016

0

Più passano i giorni e più il Prodotto interno lordo previsto per il 2016 si sgonfia come un soufflé. La crescita del Pil era stata stimata dallo stesso governo intorno all’1,6 per cento, ma già da settimane tira aria di revisione della percentuale ad un più realistico 1,3 per cento. È probabile però che anche questo dato sia da ritoccarsi al ribasso attorno all’1,1 per cento, o forse - come stima il centro studi Prometeia - in un più cauto 1 per cento. (...)

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media