Cerca

L'editoriale

I guai di Guidi e Renzi: se lei è un caso umano lui è un caso nazionale

9 Aprile 2016

0

La parola d' ordine è: fragilità. Così a Palazzo Chigi pensano di circoscrivere lo scandalo petroli. La fragilità ovviamente è quella di Federica Guidi, ministra disperata sull' orlo di una crisi di nervi, rimasta intrappolata in una rete di amori ed emendamenti, vittima di un fidanzato spregiudicato anche senza essere pregiudicato. Descrivendo la responsabile dello sviluppo economico come un caso umano più che un caso giudiziario o politico, il governo pensa di limitare i danni. Tutta la vicenda si ridurrebbe alla fragilità emotiva di una donna innamorata, messa sotto pressione dal compagno, con il quale al telefono si lascia andare a giudizi esasperati, dando sfogo alla proprie paure e alle umane frustrazioni.

Leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro
su Libero in edicola sabato 9 aprile
o acquista una copia digitale del quotidiano

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media