Cerca

L'Editoriale

Belpietro: banche, la ciambella (di salvataggio) è uscita senza il buco

14 Aprile 2016

0
Matteo Renzi

Renzi e Berlusconi

Da giorni le azioni delle banche italiane vanno in altalena. A volte perdono il dieci per cento, altre recuperano, ma, come sempre accade, quasi mai tutto ciò che hanno perso. Le domande a questo punto sono naturali: che cosa sta succedendo? C'è da preoccuparsi?

Quesiti legittimi, dato che negli ultimi mesi un certo numero di istituti di credito si è trovato con l’acqua alla gola. Quattro sono praticamente falliti, con azionisti e obbligazionisti che ci hanno rimesso tutto: forse i secondi rivedranno qualche soldo, ma alle promesse del governo finora non sono seguiti i fatti. Per quanto riguarda invece Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca, gli altri istituti che annaspano, in qualche modo sono all’origine dell’ottovolante borsistico di questi giorni.

              Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media