Cerca

L'editoriale

Pensano già all'eredità. L'editoriale di Vittorio Feltri

11 Giugno 2016

1

Il presente di Berlusconi non è sereno ed è noto. Silvio giace in un letto d' ospedale in attesa di essere operato al cuore. Ha quasi ottanta anni e negli ultimi dieci - ingiustamente o no, ciascuno la pensa come vuole - ha attraversato l' inferno giudiziario e alcuni paradisi erotici che forse lo hanno danneggiato più delle fiamme. Rassicuro i lettori. Non sto scrivendo in anticipo un coccodrillo. Dico semplicemente che quest' uomo enigmatico non sarà più lo stesso che sconvolse il mondo della comunicazione televisiva e la politica italiana. Motivi di salute e anagrafici lo obbligheranno a stare ai margini delle attività che finora ha svolto. Non ci vuole molto a capirlo, basta ragionare. Chi pensa di poterlo sfruttare ancora per ottenere dei vantaggi economici o di carriera si metta il cuore in pace, cambi strategia e obiettivi.
Il Cavaliere è un ex in ogni senso. Di sicuro non ci dimenticheremo di lui, perché di lui si continuerà a parlare nel bene e soprattutto nel male. Egli ha inciso maggiormente sui destini del costume politico che su quelli del Paese, rimasto identico - affannato e corrotto - a venti o trent' anni fa. Non so quanti se ne rendano conto. Sorvolo sulle capacità imprenditoriali del Cavaliere (declassato cinicamente a ex), troppo complesse per essere sintetizzate in un articolo: intrecci economici e partitici, alleanze sospette, collaboratori non sempre trasparenti. Conviene rimanere in ambiti meno intricati.

Leggi l'editoriale di Vittorio Feltri
su Libero in edicola sabato 11 giugno
o acquista una copia digitale del quotidiano

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • faustospagna

    16 Giugno 2016 - 15:03

    Socci ha perduto la sua capacità di analisi travolto da visioni oniriche che non hanno alcun riscontro con la realtà.Ed è un vero peccato perché ricordo un Socci scrittore ed articolista di ispirazione cristiana capace di farsi leggere ed apprezzare.

    Report

    Rispondi

media