Cerca

L'editoriale

È anziano e ricco sfondato, "Diocarlo" non vedrà la galera

19 Luglio 2016

0

La notizia ormai ha fatto il giro di mezzo mondo suscitando un certo scalpore: Carlo De Benedetti, protagonista nel bene e nel male della vita pubblica italiana, è stato condannato a cinque anni di carcere in primo grado. Motivo: l’Olivetti ha utilizzato per anni l’amianto ossia un materiale considerato fortemente dannoso per la salute degli umani. Materiale che fra l’altro è stato impiegato da varie aziende e da vari privati cittadini nella convinzione che non fosse affatto tossico. (...)

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale di Vittorio Feltri

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media