Cerca

L'editoriale

Se fallisce Parisi, il centrodestra è proprio finito

31 Luglio 2016

1

Tutti, tranne i politici di professione, quelli che vivono in poltrona e campano di indennità, sanno che la politica ha scocciato gli italiani, tanto è vero che molti di loro pur di voltare pagina votano il Movimento 5 stelle. Non è un caso che a Torino e a Roma siano state portate in alto due signore pentastellate, la Appendino e la Raggi. Le quali se dovessero riuscire a fare meglio dei sindaci tradizionali che le hanno precedute avrebbero la possibilità di spopolare. (...)

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale di Vittorio Feltri

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cucu1936

    05 Agosto 2016 - 08:08

    Gabrielli e Marchini ormai dimenticati da B. Abituato a scegliere male i "successori" sceglie ora Parisi che va d'accordo con tutti non avendo nessuna idea (referendum, moschee, immigrati, Governo Renzi ecc.) sembra non avere oppositori, ma non ha nemmeno seguaci (che non siano i vecchi Fini, Verdini, Alfano ... Parisi alla fine finirà come Gabrielli e Marchini: il centro-destra è già dissolto.

    Report

    Rispondi

media