Cerca

L'editoriale

Basta fare cabaret. Un vero leader prende pure i fischi. L'editoriale di Vittorio Feltri

10 Settembre 2016

0

Ha ragione da vendere il professor Paolo Becchi. È ora che Beppe Grillo scenda dal palcoscenico, dove pur si guadagna molto, per dedicarsi alla politica. Occuparsene a mezzo servizio è una forma di opportunismo intollerabile in un uomo che, con tutti i suoi difetti, ha fondato un movimento cresciuto a dismisura in pochi anni. Cessi di fare quello che c' è quando si tratta di prendere applausi e che non c' è quando si tratta di prendere i fischi. Basta con il direttorio, le espulsioni dittatoriali, le scomuniche piovute dall' alto e inappellabili. Se i pentastellati accettano il gioco (a volte turpe) della democrazia si diano una organizzazione seria e non solo telematica in modo che, nel bene e nel male, si sappia chi comanda e chi debba rispondere di eventuali errori. Grillo è il leader oltre che il fondatore? Pare di sì. E allora non si nasconda dietro le quinte e assuma direttamente la responsabilità della sua politica, ora delegata a qualche spaventapasseri in balia degli umori di un uomo, lui, che un giorno dice di voler fare un passo indietro e l' altro interviene a piedi giunti per spaccare le gambe ai propri scherani.

Leggi l'editoriale di Vittorio Feltri
su Libero in edicola sabato 10 settembre
e acquista una copia digitale del quotidiano

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media