Cerca

Editoriale

La mia amica Oriana Fallaci

15 Settembre 2016

0

Dieci anni fa, come oggi, moriva Oriana Fallaci. Aveva 77 anni e alcuni cancri contro i quali ha combattuto con forza e rabbia. Ma questo accomuna quasi tutti gli esseri viventi. La sua specialità era un’altra: fare il contrario di quello che facevano i suoi simili. Il suo nemico era il conformismo, e lo ha battuto. Quando cominciò col giornalismo era una ragazzina. A quel tempo le donne in redazione erano mosche bianche. Forse proprio per questo rinunciò subito, al primo anno, a studiare medicina e cominciò a scrivere. Scriveva già come poi avrebbe sempre scritto: da dio. E non perché avesse doti divine. Era semplicemente una donna tenace, direi tignosa. Sulla pagina spremeva l’anima. Non come facciamo noi manovali della penna, che buttiamo giù in fretta quattro bischerate con il solo scopo che l’articolo stia in piedi. Lei scriveva, rileggeva e riscriveva. Quindi correggeva e stendeva di nuovo. Rileggeva ancora  e ancora riscriveva.

Continua a leggere l'editoriale di Feltri su Libero in edicola oggi
giovedì 15 settembre o acquista una copia digitale

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media