Cerca

L'editoriale

Ma come faccio a chiedere a mio figlio se vuole morire? L'editoriale di Vittorio Feltri

18 Settembre 2016

0

Sono sempre stato favorevole all’eutanasia e continuo ad esserlo. Ma non posso nascondere che la notizia giunta ieri dal Belgio mi ha lasciato interdetto. Un minore, con l’autorizzazione dei genitori, prevista dalla legge, è stato sottoposto a una sorta di soluzione finale. Roba da brividi. Si ignora quanti anni avesse il ragazzo o la ragazza. Si ignora anche da quale malattia fosse affetto. Insomma, mancano particolari fondamentali per capire cosa abbia spinto i medici e la commissione apposita a dare l’assenso alla iniezione letale. Quindi è difficile esprimere un giudizio informato.
Mi limito a prendere atto che in Belgio la eutanasia non è più un tabù. Non solo se ne può parlare ma si può anche praticare, perfino ai bambini e agli adolescenti. Giusto o sbagliato? Quando si tratta di adulti giunti all’ultima curva, sofferenti e stanchi di penare senza la prospettiva di una guarigione, non ho dubbi: la scelta se sopravvivere tra mille dolori oppure abbreviare l’agonia con un intervento risolutivo spetta soltanto alla persona malata. (...)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media