Cerca

L'editoriale

Gli ultimi giorni del feroce assassino islamico

4 Novembre 2016

0

Al-Baghdadi pare stia sull' orlo della sua personale fine ingloriosa. Costui - come ben raccontato ieri dal nostro Andrea Morigi - fa paura ai vincitori, quasi più da sconfitto che da leader in sella, per cui lo ammazzeranno. Sa troppo. Come Gheddafi. Sta rintanato a Mosul (mandate a mente questo nome, che ci torno). Nessuna prece. Invito ad avere ancora paura: non più solo dell' Isis, ma di chi lo combatte, concimando nuove ribellioni coraniche. Non la paura disonesta dei capi americani e turchi e sciiti, ma un sentimento timoroso e guardingo su entrambi i lati del conflitto.

Clicca qui e leggi l'editoriale di Vittorio Feltri
su Libero in edicola oggi, venerdì 4 novembre

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media