Cerca

L'editoriale

Vittorio Feltri: Cercasi tappabuchi per il dopo Renzi

6 Dicembre 2016

1

Quelli che hanno votato No allo scopo di favorire elezioni anticipate hanno commesso un peccato di ingenuità. Non hanno tenuto conto di un fattore decisivo: deputati e senatori sono fortemente intenzionati a concludere la legislatura per non perdere l'attuale stipendio di parlamentari e il vitalizio che spetta loro al termine del mandato. Qualora siano costretti dalle circostanze a sloggiare dal Palazzo prima della scadenza naturale, non maturano il diritto alla pensione.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cldfdr

    07 Dicembre 2016 - 14:02

    Questa è la verità: ma nessun pennivendolo, in nessuna comparsata TV oserà affermarlo! Aspettiamo di vedere se questa realtà sarà sempre in primo piano su Libero (una prima pagina con un riquadro " - tot giorni al vitalizio " potrebbe essere interessante)!

    Report

    Rispondi

media