Cerca

Editoriale

Viva l'Inghilterra che rispetta il voto dei suoi cittadini

19 Gennaio 2017

0

L’Inghilterra se ne è andata dalla Ue e anche dal Mercato comune. Via dall’ingorgo burocratico di Bruxelles dominato dai tedeschi, perché ricchi, potenti e disciplinati. I commenti sulla decisione drastica di Theresa May non sono univoci. Ogni osservatore dice la sua in contrasto con i colleghi. Vuol dire che nessuno ha capito se la signora ha sbagliato oppure no. Noi non abbiamo le idee chiare in proposito, nel senso che ignoriamo se la linea inglese gioverà alla Gran Bretagna o le nuocerà. Intanto constatiamo che tutti gli indicatori economici dimostrano che fuori dal pantano europeo si sta meglio e non peggio. Il futuro non è ipotizzabile, ma verrà e allora sapremo se è stata una scelta felice o una boiata pazzesca quella di abbandonare un continente pasticcione e inconcludente. Per adesso ci sta a cuore affermare che Londra si è confermata la Madre della democrazia.

Leggi l'editoriale di Vittorio Feltri
su Libero in edicola giovedì 19 gennaio
o acquista una copia digitale del quotidiano

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media