Cerca

L'editoriale

Votare subito è inutile, anzi dannoso. L'editoriale di Vittorio Feltri

24 Gennaio 2017

1

Cerchiamo di capire quale sia lo schieramento politico con le maggiori probabilità di vincere le prossime consultazioni che, a nostro parere, si svolgeranno tra un anno e non prima in mancanza di una legge elettorale. Posto che tutti i partiti più importanti propendono per il proporzionale, esaminiamo quali siano le prospettive. Una delle ipotesi, più o meno fantasiosa, indica che sia possibile una alleanza tra Movimento 5 stelle, Salvini e Meloni. Ammesso e non concesso che queste tre forze siano in grado di trovare una intesa comune, quanti voti raccoglierebbero alle urne? Volendo essere ottimisti, al massimo raggiungerebbero il 45 per cento dei consensi. Tanti ma non a sufficienza per conquistare la maggioranza. Servirebbe l’appoggio di qualche altra formazione politica per superare la soglia fatidica, ossia il 51/52 per cento indispensabile a sostenere un esecutivo attrezzato per durare.

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale di Vittorio Feltri

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • biemme

    25 Gennaio 2017 - 19:07

    La politica e tutte le istituzioni in ansia per conoscere il parere della Consulta? Allora sono questi magistrati che decidono sul nostro destino! A mio avviso era il Presidente della Repubblica che, valutato il parere della consulta, avrebbe dovuto interagire e risolvere i vari problemi con tutti i responsabili dei vari partiti e prendere le decisioni.

    Report

    Rispondi

media