Cerca

L'editoriale di Vittorio Feltri

Felici e perdenti, i partiti si sfasciano

8 Febbraio 2017

0

Per adesso i soli politici che hanno vinto sono i 600 parlamentari che il 17 settembre matureranno il diritto a riscuotere il vitalizio relativo alla chiusura della corrente legislatura. Se si votasse prima dell’autunno la pensioncina spettante a onorevoli e senatori in carica andrebbe a farsi benedire. Dato che ormai è assodato che ci si recherà alle urne all’inizio del 2018, l’assegno a lorsignori è garantito. Poca roba, un migliaio di euro il mese, ma è sempre meglio di due dita negli occhi.
Tutti gli altri rappresentanti del popolo che volevano a ogni costo procedere alle consultazioni anticipate, e per questo avevano bocciato il referendum del 4 dicembre, se la sono presa in saccoccia. Seggi chiusi almeno fino a febbraio del prossimo anno. Lo dice Mattarella, lo dice la Consulta, lo dice Berlusconi e ora perfino Renzi si è rassegnato al rinvio.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media