Cerca

Editoriale

Gli scissionisti del Pd vanno sempre a finire male

16 Febbraio 2017

0

A noi di Libero della probabile scissione del Pd non importa nulla. In Italia nascono più partiti che bambini, uno più uno meno per i cittadini non cambia nulla. Comunque sono pochi coloro che vanno a votare e pochissimi coloro che hanno una incrollabile fede politica. Le notizie infauste provenienti dal Nazareno seminano indifferenza. Renzi si arrabatta per rimanere al vertice dei democratici (ex diessini, ex o post comunisti è sempre la stessa gente riciclata e impegnata a non crepare) e forse ce la farà. Vedremo. I suoi avversari lo contrastano come possono e minacciano di andarsene allo scopo di fondare un’altra sinistra più di sinistra. Insomma nel Pd si litiga per mantenere o conquistare il potere, cioè le poltrone, le idee contano molto meno dei posti e degli stipendi. 

Leggi l'articolo di Vittorio Feltri
su Libero in edicola giovedì 16 febbraio
o acquista una copia digitale del quotidiano

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media