Cerca

Editoriale

L'accoglienza paciosa dei padani ai sudisti è una lezione di civiltà

24 Aprile 2017

0

Doverosa premessa. Pur essendo nato a Bergamo, da molti considerata fucina di antimeridionalisti, non nutro sentimenti di ostilità nei confronti dei terroni. Al contrario, amo la canzone napoletana classica, adoro la cucina pugliese, apprezzo il barocco e ho un debole per il Molise, dove da ragazzo trascorrevo mesi di vacanza. Pertanto ciò che mi accingo a scrivere non è ispirato da pregiudizio. Sabato una quantità indefinita di partenopei è salita a Pontida, luogo “sacro” per i leghisti per via del famoso e antico giuramento, piazzandosi nel bel mezzo del vasto prato sul quale si sono svolti numerosi e rituali raduni padani. Il fatto che i sudisti abbiano scelto tale sito per la propria manifestazione poco affettuosa nei confronti dei nordisti è stata interpretata come una bruciante provocazione.

Leggi l'editoriale di Vittorio Feltri
su Libero in edicola lunedì 24 aprile
o acquista una copia digitale del quotidiano

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media