Cerca

Scenari economici

Merkel, sveglia: senza l'euro
la Germania morirà

Angela Merkel

 

"Angela Merkel ieri è costata qualche miliardo ai mercati finanziari europei, terremotati dall’ennesima chiusura del cancelliere tedesco agli eurobond e a qualsiasi soluzione di condivisione del debito Ue", spiega Fosca Bincher su Libero in edicola oggi. "La chiusura non era nuova, ma dopo la rivelazione del settimanale  Der Spiegel di un documento segreto sui danni che la Germania subirebbe dalla rottura dell’area euro, gli investitori si attendevano un cambio di rotta. Il documento del ministero delle Finanze ipotizzava una caduta del Pil tedesco di 9,2 punti percentuali e un aumento di circa 5 milioni di disoccupati in caso di ritorno alla valuta nazionale del marco. Scenari simili a quelli che da mesi circolano nelle principali banche d’affari internazionali. Per quasi tutte da un’uscita dall’euro la Germania avrebbe solo da perderci, e per alcuni indicatori economici lo choc della rottura dell’Unione monetaria  sarebbe più forte a Berlino che nei cosiddetti Paesi periferici (Spagna, Portogallo, Grecia e Italia)", spiega Fosca Bincher. L'ottusa Angela non comprende che, senza l'euro, la Germania si ferma. E' poi spuntato uno studio dell'olandese Ing che dovrebbe terrorizzare i tedeschi: il rapporto debito/Pil andrebbe meglio a Roma che a Berlino...

Leggi l'approfondimento di Fosca Bincher su Libero in edicola oggi, martedì 26 giugno

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • brother

    26 Giugno 2012 - 16:04

    Sono e sarò sempre una persona euroscettico. Ma che senso ha firmare i trattati di nizza e di lisbona? Sventola sui nostri edifici pubblici la bandiera blu dell'europa in attesa degli stati uniti d'europa. Ma noi che affinità culturali sociali economiche finanziarie abbiamo con la germania, con la polonia, con l'estonia, con l'inghilterra, con cipro e gli altri ancora? L'euro leggasi marco, ha distrutto l'europa e noi italiani. Quello che non sono riusciti a fare i tedeschi con la prima e la seconda guerra mondiale e cioè dominare il continente europa, lo sta facendo con le armi della finanza e dell'euro. E noi qui ad aspettare che la calvinista Merkel ci dica cosa fare e come farlo. Tutti zitti! Poveri noi!!

    Report

    Rispondi

  • doveteandarvene

    26 Giugno 2012 - 16:04

    E se la Germania perde il 9% du pilu...Noi praticamente diventiamo da terzo mondo...o sbaglio?...

    Report

    Rispondi

  • Fontanalui

    26 Giugno 2012 - 15:03

    Ubs aveva scritto qualche mese fà che per risolvere la crisi del debito greco bastava aumentare l'iva che avrebbe messo a posto la bilancia commerciale. Anni fà un sondaggio dava l'Italia in estinzione perchè la mortalità al nord era superiore della natalità, nemmeno poneva come possibilità che l'Italia sarebbe diventata popolo di meridionali. qualche mese fà eminenti economisti scrivevano di un semplice double dip per la ripresa in Europa. Trichet aumentava i tassi quando c'erano segnali di recessione... E io dovrei credere a queste ultime fandonie? La Germania non venderà più in Europa in caso di caduta dell'Euro, ma potrà comprarsi gli assets dei periferici a prezzi scontati e produrre a basso costo. Tutto è relativo.

    Report

    Rispondi

  • ariete84

    26 Giugno 2012 - 15:03

    la frase da loro pronunciata, testualmente: "meglio una catastrofe oggi, che un orrore senza fine."

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog