Cerca

Facci

A Bruxelles non guardano la partita. Noi poco seri. Loro mi fanno paura...

L'appunto. Van Rompuy non faceva prima a dire che il match non si poteva vedere, punto e stop?

Filippo Facci

Visto da Benny

Ha colpito molto quel «noi siamo seri, noi stiamo facendo cose serie» rimbalzato dal vertice Ue dopo che leader e cronisti avevano chiesto di poter vedere la partita sui maxischermi. Poco prima, alle 21, avevano proibito anche la vendita della birra: come se al Consiglio europeo brancolassero hoolingans anziché primi ministri. Naturalmente non viene da chiedersi se a Bruxelles stessero facendo cose serie: quello vogliamo sperarlo. Viene da chiedersi, semmai, quanti politici «puri» se la sarebbero sentita di dire una frase del genere, col rischio  di lasciar intendere che milioni di europei stessero guardando la partita perché sono persone meno serie, o meno seriamente impegnate. Chi ha pronunciato quella frase infelice - ossia Herman Van Rompuy, presidente Ue - forse poteva dire che sorry, vedere la partita purtroppo era impossibile, e stop; oppure poteva cavarsela come il furbo Mario Monti, che ha già fatto capire che non si perderà la finale neanche se la Merkel invaderà l'Italia dal Brennero. Certo, rimane la curiosità di capire che sintonia possano avere, certi burocrati e certi tecnici, coi popoli che rappresentano. Il timore peggiore è che non siano dei gaffeurs, ma che siano davvero così, gente che non guarda la partita perché davvero non gliene frega niente, perché la partita non è una cosa seria, e loro sì. Gente che un pizzico, lo dico bonariamente, mi spaventa.

di Filippo Facci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • scorpio53

    30 Giugno 2012 - 23:11

    sono un appassionato di calcio e un tesserato della figc, ma quanto è successo in Ukraina, durante e per l'organizzazione degli europei, nel quale periodo è andato in scena l'olocausto nei confronti di povere bestiole, cani e gatti (per domostrarci che da loro non esiste il randagismo, che ovviamente essi stessi hanno creato), non ha paragoni. per tale motivo ho evitato di sintonizzarmi con la rai, al fine di non essere "numerato" tra lo share o come complice del predetto disastro della vita. Non possiamo piangere per i roghi delle foreste se poi facciamo passare le stragi contro il regno animale, solo per tirare calci al pallone!!! Ebbene sono felice di sembrarvi un mostro e spero che il mio atteggiamento vi faccia paura anche se, coloro che rimangono indifferenti a quanto successo, sono coloro da cui guardarsi.

    Report

    Rispondi

  • luciolucioviolaviola

    30 Giugno 2012 - 15:03

    Sig. Facci, Le scrivo per chiedere scusa se la spavento, ma devo informarla che non guardo una partita di calcio mi pare dal 1964, se non sbaglio la data. Non avevo i soldi per andare alla partita e mi erano stati regalati due biglietti per Brescia/Fiorentina, la mia prima ed unica volta allo stadio. Dopo un quarto d'ora di partita, non ero difoso e non avevo proferito parola ad alcuno, mi sono trovato in mezzo ad una girandola di insulti, rifiuti volanti e forse qualche sputo. Sono fuggito e da allora ho abolito il calcio. Se vuole le invio una mia fotografia, solo se non ha problemi di cuore però; sono un mostro spaventoso. Lucio Viola Brescia

    Report

    Rispondi

  • allianz

    30 Giugno 2012 - 10:10

    Il Sig.Van po aff_c***lo forse ha capito che i piedi sono lontani dalla testa...Contrariamente a certi politici nostrani che I PIEDI li usano per fare politica.Poi si lamentano se Grillo vince....

    Report

    Rispondi

blog