Cerca

Pirati all'attacco con i bazooka

La Jolly Smeraldo si salva

Pirati all'attacco con i bazooka
I pirati somali proprio non ci stanno allo smacco subito ieri, quando la nave italiana Jolly Smeraldo era riuscira a sfuggire al loro attacco. Ed ecco che i predoni dell'oceano hanno tentato di nuovo l'arrembaggio contro il mercantile. Sono stati due, oggi, i falliti attacchi di pirati alla portacontainer Jolly Smeraldo: il primo, secondo quanto si apprende al Comando generale della Capitanerie di Porto, alle 5.32 (ora italiana) e il secondo circa due ore dopo. Nel primo caso i pirati sono intervenuti a bordo di un barchino, nel secondo le imbarcazioni erano due. In entrambi gli attacchi sono stati sparati colpi di bazooka, che non hanno provocato feriti, nè danni rilevanti alla nave. I pirati, questa volta, hanno usato, secondo quanto riferito dall'armatore, anche un bazooka. A bordo tutti gli uomini dell'equipaggio (23, di cui 15 italiani) sono incolumi. La Jolly Smeraldo prosegue la navigazione anche se non può godere di un immediato soccorso. L'unità militare più vicina si trova infatti a centinaia di miglia di distanza e non può quindi assicurarle protezione nell'immediato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allengiuliano

    02 Maggio 2009 - 09:09

    La soluzione migliore sarebbe quella di dare armi anche alle unità che transitano su quei mari. Con i pirati bisogna fare i pirati. La storia passata lo insegna.

    Report

    Rispondi

blog