Cerca

Sesso sicuro

Preservativi sul set dei film porno
A Los Angeles arriva il referendum

Gli attivisti anti-Aids: "Raccolte 360mila firme, adesso il voto nel giorno delle presidenziali"

Intanto le case di produzione si oppongono e annunciano di essere pronti ad abbandonare Los Angeles per la più libertina e fiorente Las Vegas
Preservativi sul set dei film porno
A Los Angeles arriva il referendum

 

Il prossimo sei novembre, otre all'attesissimo voto presidenziale, i cittadini della contea di Los Angeles si recheranno alle urne anche per esprimere il loro pensiero anche su un altro tema decisamente singolare: dovranno decidere se gli attori che recitano nei film a luci rosse avranno l'obbligo di usare i preservativi durante le scene più hot. Dagli anni '90, Los Angeles è la capitale mondiale dell'industria del porno che dà lavoro a quasi 20mila persone con una produzione annuale di 50mila pellicole. Purtroppo dagli anni 80, con l'arrivo dell'Aids, molti attori si sono ammalati proprio a causa del bassissimo livello di protezione all'interno del settore e sempre più attivisti, convinti dell'inattendibilità dei test mensili dei pornodivi, hanno iniziato a promuovere l'utilizzo del condom durante le riprese. "Pensiamo che mandare il messaggio che il solo tipo di sesso bollente è senza preservativo sia negativo", queste le parole di Michael Weinstein, presidente della Aids Healthcare Foudation. Intanto le case di produzione si oppongono e annunciano di essere pronti ad abbandonare Los Angeles per la più libertina e fiorente Las Vegas. "Ovviamente il pubblico non vuole vedere film con preservativi", afferma senza toppi giri di parole Steven Hirsch, veterano e fondatore della Vivid Entertainment, una delle storiche major del porno targato Los Angeles. 

 

 

 

 

 

 

 

Los Angeles

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog