Cerca

Campagna elettorale

Obama porta sfiga
Fa colazione al bar
e la titolare muore

La donna si è sentita male poco dopo che il presidente aveva terminato il suo piatto di uova e pancetta ad Akron, in Ohio

Obama porta sfiga
Fa colazione al bar
e la titolare muore

 

Josephine "Ann" Harris era una  fan di Barack Obama e non ha retto all’emozione di una visita del presidente americano nel suo ristorante. Tre ore dopo è morta per un   infarto. Lo racconta l’"Akron Beacon Journal", quotidiano della città dell’Ohio dove sono avvenuti i fatti. Impegnato in un giro elettorale in Ohio e Pennsylvania, Obama si  è fermato per fare la prima colazione nel ristorante della Harris ad Akron. Ha ordinato due uova con la pancetta e pane tostato e si si è   fermato a conversare con la proprietaria e i suoi familiari. Le foto scattate mostrano la Harris, una signora di 70 anni, raggiante per l’emozione. Era "estasiata", lei "amava Obama", ha poi raccontato la sorella. Poco dopo la partenza del presidente, la Harris si è sentita male ed è stata portata in ospedale. Ma non c'è stato nulla da fare.Obama ha poi telefonato alla figlia, Wilma Parsons, per farle le condoglianze, ha riferito il portavoce della Casa Bianca Jay Carney.

 

akron

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blu521

    07 Luglio 2012 - 13:01

    E allora che dovremmo dire del catramato? Lo scorso anno ai primi di marzo dichiarò che il nucleare era una priorità. Tempo una settimana che si verifica il disastro di Fukushima: danni ambientali incalcolabili, evacuazione della popolazione. L'allora ministro dell'ambiente, tale Prestigiacomo, ineffabile, dichiarò che i programmi per l'Italia non cambiavano. Una settimana dopo il diversamente onesto decise una moratoria di un anno. Ci volle un referendum per mandare dove si deve il programma dell'unico vero porta sfiga della storia, il premier più basso degli ultimi 150 anni

    Report

    Rispondi

blog