Cerca

Bilancio temporaneo

Russia devastata dalle alluvioni: almeno cento morti sul Mar Nero

La provincia di Krasnodar colpita da piogge torrenziali, bloccate tutte le operazioni di import-export di petrolio

Particolarmente colpita la città di Krymsk: 67 morti, tra cui un bambino. Le vittime sorprese nel cuore della notte
Russia devastata dalle alluvioni: almeno cento morti sul Mar Nero

Bilancio sempre più tragico in Russia, dove la provincia meridionale di Krasnodar, vicino al mar Nero, è stata devastata dalle inondazioni provocate dalle piogge torrenziali delle ultime ore. Sarebbero almeno 99 i morti secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa Interfax. Le inondazioni si sono verificate all’improvviso la scorsa notte, prendendo alla sprovvista la popolazione colpita. A causa della gravità della situazione sono state bloccate le operazioni di export del petrolio nel porto di Novorossiisk. Almeno 67 persone, fra cui un bambino di 10 anni, sono morte nella città di Krymsk, mentre a Gelendzhik si registrano nove vittime e altre due sono state segnalate a Novorossiisk. Le inondazioni hanno bloccato i trasporti e l'erogazione dell’elettricità. Nella regione di Gelendzhik, oltre 22mila persone e un ospedale sono rimasti senza elettricità. Il   traffico sulla ferrovia Krymskaya-Bakanskaya e sull'arteria stradale Krasnodar-Novorossiisk è stato interrotto. Il presidente Vladimir Putin, spiega il suo portavoce Dmitry peskov, sta seguendo la situazione e viene aggiornato degli sviluppi dai ministeri coinvolti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog