Cerca

Panico a New York

Follia all'Empire State Building: sparatoria tra la folla, due morti

Un ex impiegato 58enne ha freddato il suo capo con un colpo alla testa, prima di essere ucciso dalle forze dell'ordine

Jeffrey Johnson, ex dipendente di una società di importazioni, era stato licenziato da un anno: la sparatoria con gli agenti ha provocato otto feriti, nessuno grave 
Follia all'Empire State Building: sparatoria tra la folla, due morti

A New York, alle ore 9 locali (le 15 qui in Italia), tra la 34esima strada ovest e la Fifth Avenue, di fronte all'Empire State Building, si è consumata una sparatoria che ha provocato la morte di due persone e una decina di feriti. L'uomo che ha sparato è Jeffrey Johnson, 58 anni, ex dipendente della Hazan Import, società che ha sede al settimo piano del numero 10 della 33esima strada, a pochi passi dall'Empire, dove lavorava come designer. L'obiettivo era proprio il suo datore di lavoro,  Steven Ercolino, che l'aveva licenziato circa un anno fa. Secondo i testimoni, la dinamica sarebbe stata questa: Johnson ha seguito Ercolino che usciva dall'ufficio, ha urlato qualcosa, ha estratto una pistola calibro 45 da una valigetta 24 ore e lo ha freddato con tre proiettili alla testa davanti al Legend's Bar. Successivamente il killer ha tentato la fuga, cercando di confondersi tra la folla. Alcuni agenti, avvisati da un testimone, gli hanno intimato di fermarsi, ma Johnson ha estratto la pistola nascosta nella sua 24ore ed è stato immediatamente abbattuto. Si pensa che gli otto passanti feriti (due donne e sei uomini) siano stati colpiti proprio dai proiettili sparati dai poliziotti intervenuti sulla scena. Fortunatamente, nessuno è in condizioni critiche.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raucher

    25 Agosto 2012 - 17:05

    vendono armi ai privati come noccioline.

    Report

    Rispondi

  • emigratoinfelix

    25 Agosto 2012 - 10:10

    ...di episodi simili,gia'vari negli ultimi giorni,denota a mio avviso un tratto preoccupante e malato,oscuro di questa societa' che pretende di dar lezioni di democrazia e diritti civili al mondo intero.Poliziotti che usano brutalmente ed in forma sproporzionata la forza uccidendo poveri cristi ubriachi e drogati,sentenze di morte eseguite su handicappati mentali,aspiranti presidenti evasori fiscali(all'italia il signor Romney deve 60 milioni di euro di tasse non pagate per la vendita di paginegialle)e con conti miliardari alle cayman...la lista sarebbe infinita.E dire che a tanti qui da noi piace il sogno americano...ma che ci vadanoe soprattutto,ci restino li in amerika

    Report

    Rispondi

blog