Cerca

La strage

Orrore in Afghanistan: decapitati 17 civili

Quindici uomini e due donne giustiziati dai talebani durante una festa privata. Attaccata base italiana: tre soldati feriti

I corpi sono stati ritrovati in un'abitazione a Musa Qala. Contro i soldati italiani, lanciato un razzo, poi inseploso, da 107 millimetri
Orrore in Afghanistan: decapitati 17 civili

Una vera e propria strage, compiuta durante la notte nel corso di una festa privata. Diciassette persone, quindici uomini e due donne, sono state decapitate dai talebani in un appartamento a Musa Qala, nel sud del Paese. Il massacro non è stato rivendicato, ma ricorda da vicino quello del giugno scorso, in cui venti persone vennero attaccate e uccise sulla sponda del lago Qarga, vicino a Kabul, in un hotel accusato di ospitare "feste selvagge". In quel caso, la strage venne giustificata dai talebani come azione punitiva nei confronti di chi si "piega ai vizi dell'Occidente".

Attacco alla base italiana - Un razzo da 107 millimetri è stato lanciato sulla base operativa italiana di Fob (Forward Operative Base) Tobruk di Bala Boluk. Il razzo non è esploso, ma tre soldati sono rimasti feriti dalle pietre e dal terriccio sollevati dalla caduta del missile. I soldati hanno riportato ferite non gravi, sono rimasti sempre coscienti e sono riusciti ad avvisare personalemente i prorpi familiari.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nero60

    27 Agosto 2012 - 22:10

    bisognerebbe mettere in campo tutta la potenza di fuoco convenzionale in possesso alla nato,senza preoccuparsi tanto di fare attacchi selettivi, allora forse riusciremo a vincere questo popolo di sottosvilupati

    Report

    Rispondi

  • raucher

    27 Agosto 2012 - 20:08

    In Afghanistan non cambierà mai nulla. I talebani torneranno al potere e tutto sarà come prima. Sicuramente non mi sbaglierò più ad impietosirmi assistendo ai reportage televisivi che ci hanno rifilato per anni sulle nefandezze compiute dai talebani sul povero popolo afgano quando erano al potere.

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    27 Agosto 2012 - 19:07

    Riesci a dormire la notte?

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    27 Agosto 2012 - 18:06

    E' da fessi rischiare di morire per quella gente. Oltre tutto queste missioni ci sono costate parecchio in termini di vite umane e di soldi. Sia chiaro che un volta partiti i contingenti militari queste teste di minchia ricominceranno a darsele di santa ragione così in afghanistan e così nei paesi della ex yugoslavia. Sono dementi nell'animo e non troveranno mai una soluzione al loro problema e allora che si uccidano a vicenda e che non ne rimanga uno. Se proprio ci deve andare qualcuno, mandiamoci tutti quei politici amanti di quella gente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog