Cerca

Il caso

Salviamo il soldato Bowe, in mano ai talebani da 1176 giorni

Bergdhal è stato catturato il 30 giugno del 2009

L'appello diffuso sul web è diretto alle massime istituzioni internazionali e ai giornali di tutto il mondo per far tornare in America Bowe Bergdhal
Salviamo il soldato Bowe, in mano ai talebani da 1176 giorni

Bowe Bergdahl è prigioniero dei talebani da 1176 giorni, è stato catturato il 30 giugno del 2009 e adesso i suoi familiari lanciano l'appello alle istituzioni e ai media di mezzo mondo affinchè il ragazzo possa tornare a casa sano e salvo. Giorni fa, la madre di Bowe, Jeni Bergdhal ha lanciato la sua richiesta d'aiuto sul web.

Guarda il video su Libero Tv

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blackindustry

    19 Settembre 2012 - 23:11

    non parlate nemmeno più dei nostri due Leoni del San Marco???? Vergogna! Vi ricordate quando in prima pagina mettevate il conto dei giorni per le leggi non rispettate o per altro? Bene, fatelo anche per i due Marò Latorre e Girone, e scriveteci, sono xxx giorni che i due Marò sono prigionieri contro ogni legge di diritto internazionale e NESSUNO fa nulla per salvarli e riportarli a casa. Solo dopo posso pensare a qualche altro soldato di altre nazioni.

    Report

    Rispondi

  • Marcoenrico

    19 Settembre 2012 - 16:04

    ...altro che salvare questo povero ragazzo tenuto nascosto chissà dove.

    Report

    Rispondi

blog